13 settembre 2019, la giornata internazionale dedicata ai lasciti solidali

Un lascito costituisce un atto di grande valore per il futuro della Comunità 
Anche quest'anno la Fondazione della Comunità di Monza e Brianza
promuove e sostiene la giornata internazionale dedicata ai lasciti solidali
              

Appartenere a una comunità significa avere un legame affettivo con persone e luoghi a noi cari, condividendone cultura e valori. Con un lascito nel testamento è possibile contemporaneamente salvaguardare gli interessi dei familiari e destinare una parte dei beni a enti benefici o a organizzazioni no profit, con la sicurezza di poter raggiungere i propri obiettivi.

Fare testamento non è un atto costoso né tanto meno difficile. Inoltre il testamento si può sempre e in qualsiasi momento modificare, integrare o addirittura revocare o distruggere.

Come fare testamento: due strade per dare un indirizzo sicuro alle tue volontà
Il testamento olografo deve essere redatto a mano da colui che fa testamento e deve riportare in modo chiaro e semplice le proprie volontà. Può essere scritto su un foglio di carta e in forma di lettera e deve riportare data (giorno, mese e anno) e firma del donatore.

Il testamento pubblico viene redatto direttamente dal notaio: di fronte a due testimoni, riporta per iscritto la volontà di chi fa testamento. Sottoscritto da chi fa testamento, dai testimoni e dal notaio, viene conservato dallo studio notarile fino al momento della sua apertura.

Cosa puoi lasciare
Fare un lascito non significa destinare necessariamente tutto il proprio patrimonio a favore di un progetto di solidarietà o di finalità sociale per la comunità. È possibile contribuire anche con una piccola donazione, che la Fondazione si impegnerà a trasformare in aiuto concreto seguendo le volontà indicate. Si può così spaziare da una somma in denaro, in oggetto prezioso come un quadro, un’opera d’arte o un gioiello – un bene mobile – oppure scegliere un bene immobile, come un appartamento. È inoltre possibile trasferire anche la propria polizza vita, con l’indicazione del beneficiario in caso di morte. L’assicurazione sulla vita rappresenta una forma interessante per semplicità e per vantaggi di tipo fiscale.

La creazione di un Fondo a tuo nome, per essere ricordato per sempre
Solo grazie alla tua Fondazione di Comunità sarà possibile creare un fondo i cui frutti saranno destinati a realizzare i progetti e le volontà de te indicate nell’atto testamentario, con la garanzia di massima trasparenza e continuità nel tempo. Con la partecipazione o la creazione di un fondo a tuo nome il tuo senso di appartenenza alla tua Comunità diventa un atto di riconoscenza, che sarà per sempre riconosciuto e ricambiato.

I fondi sono il modo più efficace per:
• lasciare un ricordo perenne di sé
• dare concretezza e continuità alla propria attività filantropica
• avere la tranquillità di sapere che la propria volontà sarà rispettata e garantita per sempre.

Vuoi saperne di più? Contatta la Fondazione.