Arcore, il CSE “La Vite” cambia casa: inaugurazione il 13 aprile

Nella "Casa del Lavoratore", ad Arcore, è stata inaugurata la nuova sede del centro socio educativo "La Vite". E' successo sabato 13 aprile alla presenza delle autorità civili e religiose, dei rappresentanti di aziende, associazioni e di tutte le persone che hanno contribuito con donazioni alla realizzazione della struttura.

Nel pomeriggio il centro, che ospita trenta persone con disabilità, è stato aperto a tutti i cittadini con eventi e iniziative.

La Piramide Servizi, con l’incorporazione de “La Ricostruttrice”, ha acquisito lo storico edificio e ha dato il via a una importante ristrutturazione, realizzata, fra gli altri, grazie al contributo della Fondazione della Comunità di Monza e Brianza onlus e della Fondazione Cariplo, per 175mila euro.

A partire dal mese di maggio il cse “La Vite” si sposterà dalla zona industriale e periferica al centro della comunità arcorese, proprio di fronte a Villa Borromeo: un cambiamento radicale che offrirà l’occasione per far crescere l’inclusione sociale, un obiettivo da sempre perseguito con tenacia.

Lo spostamento del Cse nella nuova sede favorirà e migliorerà il coordinamento con “Abitare la comunità”, la scuola di vita autonoma adulta per persone con disabilità. Sono infatti molte le persone del cse “La Vite” che sperimentano la propria autonomia nella casa concessa dalla famiglia Perego di fronte alla stazione ferroviaria. Ecco allora che casa e centro creeranno una sinergia positiva e consentiranno agli ospiti della scuola di recarsi durante il giorno presso il centro, e viceversa, senza necessità di mezzi di trasporto stante la vicinanza dei due immobili.

La ristrutturazione ha riscontrato dei costi aggiuntivi ed è andata ben oltre i 600mila euro previsti: per questo motivo continuerà la raccolta fondi che ad oggi ha quasi raggiunto quota 60mila euro.

"Il risultato di trasferirci in una nuova sede è stato reso possibile grazie al grande lavoro di squadra dell’intero “arcipelago di solidarietà” che è costituito dalla Fondazione Sergio Colombo, dall’Associazione del volontariato e dalla Piramide Lavoro", hanno spiegato da "La Vite".

Nella nuova sede il Centro potrà mantenere e ampliare i legami con il territorio – dal rapporto con i giovani degli oratori a quelli con le scuole superiori, dall’alternanza scuola-lavoro ai tirocini di quattro università, dal servizio civile, ai diversi soggetti del profit. Sarà inoltre possibile attivare altre relazioni con le strutture comunali, a partire dalla biblioteca che è confinana proprio con la nuova sede del centro e, perché no, attivare relazioni, come già avvenuto in anni precedenti, con le diverse attività commerciali e sociali operanti nelle vicinanze.

Ampia la condivisione: sono stati infatti parecchi i contributi forniti dalle aziende di Arcore e del territorio: Borg Warner, Schindler, St Microelectronic, Meeting Project, Axa, Cuori in azione, Coop Lombardia, Bcc Brianza e Laghi. Da sottolineare anche l’ampia condivisione arrivata dalle associazioni e dalle cooperative arcoresi, come Alpini, Medicuore, Avis, Caritas, cooperativa La Fratellanza, che hanno testimoniato, ancora una volta, un tessuto sociale attento e pronto alla solidarietà.

Durante l'inaugurazione in programma anche l'intitolazione a Sergio Colombo della sala che potrà essere utilizzata da associazioni ed enti per incontri, convegni o eventi. Pedisposta anche una pubblicazione per ricordare la lunga storia della “Casa del lavoratore” e per presentare la qualità operativa del Centro “La Vite”: adesso c’è una nuova storia da scrivere, con nuovi protagonisti.