Conferenza San Vincenzo – Eredità Castelli: consegnati sussidi a 41 studenti meritevoli

Sono stati 41 i sussidi allo studio donati anche quest’anno dalla Conferenza San Vincenzo – Beato Luigi Talamoni – Eredità Castelli. La cerimonia di consegna delle borse di studio si è svolta nel pomeriggio di sabato 30 marzo negli spazi dell’oratorio di San Biagio: presenti i ragazzi e le loro famiglie, tanti volontari della San Vincenzo e il segretario generale della Fondazione della Comunità di Monza e Brianza onlus Marta Petenzi.

Dal 2004, infatti, con la collaborazione della San Vincenzo, la Fondazione monzese gestisce il Fondo Clara Cornelia Castelli, che ha lo scopo di promuovere attività di sostegno sia per anziani bisognosi con assistenza a domicilio, sia di supportare giovani orfani o ammalati con sussidi allo studio.

Il Fondo utilizza un lascito della signora Castelli, a cui l’Opera è intestata: per sua volontà ogni anno vengono assegnati sussidi scolastici a studenti meritevoli di famiglie in difficoltà residenti nell’area di Monza e Brianza. «Si tratta di ragazzi che frequentano gli istituti secondari di secondo grado – ha spiegato Adele Colzani, presidente della Conferenza Beato Luigi Talamoni – Eredità Clara Cornelia Castelli – e che vivono in contesti di criticità. Consideriamo l’erogazione di questi sussidi un fiore all’occhiello della nostra attività: consentire ai ragazzi di completare il percorso di studi intrapreso può aiutarli a trovare lavoro. L’Opera è attiva dagli anni Novanta: dal 2004 collaboriamo con la Fondazione».

Il progetto viene finanziato anche attraverso un bando promosso dalla Fondazione con l’obiettivo di contrastare la fragilità e la marginalità socioeconomica. In particolare, il progetto si propone di offrire “supporto a famiglie in parte assistite dalla San Vincenzo, con l’obiettivo di sostenere le spese scolastiche e di formazione dei figli”. A fronte di un numero sempre maggiore di richieste, è stato previsto un incremento dei sussidi, passati da 35 a 40. La famiglia, oltre al contributo economico, viene assistita anche mediante un più ampio confronto con i volontari. Di 500 euro il valore di ciascun sussidio consegnato quest’anno. «Ringraziamo – ha concluso Colzani – i donatori e i benefattori che ci hanno sostenuto anche quest’anno».

Durante l'incontro con commozione è stato inoltre ricordato l'operato di Beppe Colombo, anima delle Conferenze San Vincenzo del territorio e già consigliere della Fondazione.