La cooperazione scende in piazza: il 6 aprile in Arengario, a Monza


Al via la quarta edizione de “La Cooperazione scende in piazza”, un evento promosso dal Comitato di Monza e Brianza di Confcooperative Milano, Lodi, Monza e Brianza. Un’iniziativa che celebra e ricorda l’importante anniversario dei “primi” 100 anni di attività di Confcooperative: un traguardo che conferma il valore e l’importanza della cooperazione nel tessuto economico, sociale e nelle relazioni umane.

Perché la Cooperazione ha fatto storia: ha diffuso valori etici, ha reso fecondo il valore della collaborazione, ha realizzato un nuovo modo di concepire l’impresa. Le cooperative hanno lo scopo di migliorare la qualità della vita delle persone, accrescere il benessere sociale, realizzare la sostenibilità economica e di bilancio delle proprie attività, rendere felici le persone che ci lavorano. Nella provincia di Monza e Brianza sono 1.033 le cooperative iscritte a CCIAA: di queste, il 15 % di risultano essere aderenti a Confcooperative. I soci complessivi sono 25.690 mentre il totale dei lavoratori è pari a 4.270, per un volume d’affari pari a 191 milioni euro.

Nel solco della tradizione i temi principali della giornata saranno pertanto due: al mattino si parlerà di educazione cooperativa, al pomeriggio invece di educazione e lavoro. La giornata si aprirà con i saluti istituzionali a cura di Piefranco Maffè, assessore all'Istruzione del comune di Monza, di Fabrizio Pozzoli, presidente Confcooperative Cultura, Turismo e Sport-Lombardia, di Valeria Malvicinidi di Bella Impresa Milano, per poi proseguire con gli interventi degli studenti delle scuole superiori Einstein di Vimercate, Olivetti e Mosè Bianchi di Monza.

I ragazzi affronteranno i temi relativi all’alternanza scuola-lavoro, parleranno di educazione cooperativa intesa come proposta per l’orientamento e sviluppo delle competenze trasversali. Ma non solo: gli studenti esporranno i percorsi formativi che li rendono felici, si confronteranno sulle reciproche aspirazioni che attingono al lavoro e sapranno proporci una strada per essere gruppo che desidera realizzare sogni individuali e collettivi. Un’occasione di confronto fra giovani e adulti, in particolare con quelle persone che hanno fatto una lunga esperienza nel mondo cooperativo. I ragazzi potranno far tesoro dei consigli di esperti cooperatori e viceversa, gli adulti potranno comprendere meglio la dimensione giovanile.

Al termine, della mattinata verso le 12, si svolgerà la cerimonia di premiazione delle scuole. Saranno il prefetto di Monza Patrizia Palmisani, il presidente Provincia MB Roberto Invernizzi, e poi Massimiliano Longo, assessore alla Cultura del comune di Monza, Guido Garlati, dirigente scolastico del Mosè Bianchi di Monza, Massimo Minelli, presidente di Confcooperative Lombardia a consegnare le targhe e i premi agli studenti che hanno partecipato agli itinerari di educazione cooperativa.

Nel pomeriggio, dalle 14:30 alle 16:30, il programma prevede la messa in scena di una piece teatrale aulla cooperazione a cura della cooperativa Intrecci Teatrali, momenti di animazione per famiglie e bambini e visite guidate della Città Reale a cura di GuidArte e della cooperativa Betania (per iscrizioni scrivere all’indirizzo betania@betaniatravel.it ). 

La giornata chiuderà con l’ assemblea dei soci del Comitato Monza MB di Confcooperative. Previsti i saluti del sindaco di Monza Dario Allevi e di Giampiero Meroni, presidente della Consulta Territoriale di Camera Commercio. Interventi anche di Marco Meregalli e di Alberto Cazzulani, presidente Confcooperative Milano-Lodi-Monza. Per concludere alle 17:30 brindisi e taglio della torta.

Moderatore della giornata Fabrizio Annaro giornalista de "Il Dialogo di Monza".