L’Altra Monza: con Art-U itinerari guidati lungo percorsi inattesi

Con l’inizio del nuovo anno prenderà il via il progetto L’Altra Monza. Itinerari guidati su percorsi inattesi a cura dell’associazione culturale Art-U: un programma di visite guidate adatte a tutti che da gennaio a luglio 2020 promuoverà la conoscenza del patrimonio storico, artistico e culturale monzese.

Qual è l'altra Monza? Quella che tutti hanno sotto gli occhi e che non sempre viene notata, ma anche quella dei quartieri periferici o degli angoli più nascosti. Il progetto dell’Associazione Art-U vuole, da un lato favorire la scoperta di luoghi d’interesse storico-artistico e culturale dislocati oltre il centro storico, dall’altro promuovere la rilettura dei monumenti-chiave della città con modalità nuove e accattivanti, in grado di attrarre un pubblico diversificato di visitatori: dalle famiglie con bambini fino alle persone anziane.

L’obiettivo è quello di accrescere la consapevolezza del patrimonio culturale della propria città da parte di chi la vive quotidianamente o la frequenta sporadicamente. Le iniziative prenderanno avvio dal mese di gennaio e si svolgeranno a cadenza periodica fino a luglio 2020. È prevista la realizzazione di 15 itinerari guidati organizzati in collaborazione con l’associazione Promonza e aperti alla cittadinanza su prenotazione fino a esaurimento posti.

Gli stessi itinerari verranno proposti ai gruppi precostituiti di persone che frequentano i centri diurni anziani del territorio grazie alla collaborazione con Auser Monza e Brianza .

Il calendario del primo trimestre si aprirà con la riscoperta di alcuni luoghi sacri situati a due passi da Duomo ma la cui bellezza resta spesso oscurata dalle guglie della Basilica di San Giovanni: si tratta delle chiese situate lungo via Italia: Santa Maria in Strada e Santa Maria Maddalena e Teresa (il 18 gennaio alle 15), si proseguirà con la visita alla ricca collezione di capolavori dei Musei Civici nella Casa degli Umiliati (sabato 25 gennaio alle 15).

Gli eventi continueranno a febbraio con l’apertura straordinaria delle porte del convento del Carrobiolo e la visita guidata della chiesa (il 15 alle 10.30) e con l’itinerario attraverso i luoghi-simbolo del liberty monzese: dalla Cappella Espiatoria alla Rinascente (29 febbraio alle 15). Il programma di marzo si aprirà il 7 alle ore 15 con una visita guidata teatralizzata organizzata in collaborazione con Damatrà, e sarà la regina Margherita stessa, impersonata da un’attrice, insieme a una guida, ad accompagnare il gruppo nella visita alla città di Monza, mostrandola e raccontandola ai visitatori attraverso i suoi occhi. Il 14 marzo (sempre alle 15) sarà la volta della visita alla chiesa di San Pietro Martire con la sua antica vicenda accompagnata dal racconto di una tematica tutta monzese: la storia del corpo degli Alabardieri. Ultimo appuntamento di marzo sarà la visita guidata programmata il 28 presso un luogo di grande spiritualità, molto caro ai monzesi: il Santuario delle Grazie Vecchie. Aprile, invece, sarà occasione per addentrarsi nel tema sacro con la visita guidata del 4, alle 15.30, della chiesa di San Gerardo al Corpo e del quartiere Borgo Bergamo, e profano con la visita alla Monza manzoniana e l’approfondimento sulla Monaca di Monza sabato 18 aprile alle 15.30.

Previsto da maggio a giugno 2020 un secondo ciclo di incontri.

 

Tutte le visite guidate sono proposte al costo cinque euro a persona: la prenotazione è obbligatoria – via e-mail scrivendo a prenotazioni@artuassociazione.org, chiamando il 331 7063429 oppure compilando form riferito all’evento su sito www.artuassociazione.org.

Il progetto è organizzato grazie al sostegno di Fondazione Comunità Monza e Brianza, il contributo del Comune di Monza e la collaborazione dell'associazione Pro Monza e di Auser Monza Brianza.