Il fondo “Giovani energie / connessioni generative” è stato istituito presso la Fondazione della Comunità di Monza e Brianza onlus, che ne coordina il comitato di erogazione. Il fondo fa capo al progetto “My B Land”, promosso dal Consorzio Consolida con una rete di partner – Consorzio CS&L, Offertasociale, le cooperative sociali Aeris, Atipica, Industria Scenica e La Grande Casa e, appunto, la Fondazione della Comunità di Monza e Brianza. Finanziato da Fondazione Cariplo, sostiene iniziative promosse da enti del terzo settore con l’obiettivo di facilitare percorsi di autonomia e di crescita rivolti alle giovani generazioni, in particolare i ragazzi tra i 14 e i 29 anni.

Focus territoriale prevalente l’area del vimercatese, che è stata oggetto di un’indagine condotta nel primo semestre del 2021. I risultati hanno evidenziato un aumento del drop out e della dispersione scolastica, un disallineamento tra le prospettive dei giovani e quelle delle realtà imprenditoriali ed economiche, un basso livello di incontro tra domanda e offerta di lavoro, l’esclusione educativa di giovani provenienti da nuclei fragili e una crescita del numero dei Neet, i ragazzi che non studiano e non lavorano. Abbandono scolastico e abbandono dei percorsi di formazione terziaria, aumento del malessere psicologico e delle disuguaglianze educative e sociali e, ancora, una carenza nella formazione e nella preparazione per entrare nel mondo del lavoro sono solo alcune delle conseguenze rilevate.

barra_rossa_sottile

CALL FOR IDEAS 2021: FINALITÀ E OBIETTIVI

Sulla base del lavoro condotto nell’ambito del progetto “My B Land”, il comitato di gestione del fondo “Giovani energie / connessioni generative”, insieme alle cooperative partner del progetto “My B Land”, lancia una call for ideas finalizzata a sostenere interventi a favore dei giovani (di età compresa tra i 14 e i 29 anni) che si stiano affacciando al mondo del lavoro, con particolare attenzione a ragazzi in situazione di vulnerabilità o Neet attraverso azioni che rientrino nelle seguenti aree di lavoro:
orientamento allo studio;
esperienze alternative alla didattica e PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento) professionalizzanti, con particolare attenzione al percorso del singolo;
– percorsi di risocializzazione di tipo educativo, psicologico e culturale;
formazione professionalizzante, esperienze di lavoro “attenuato” e pre-lavoro.

Si intende provare a sperimentare nuovi modelli progettuali caratterizzati da:
– una visione che ragioni su una prospettiva di lunga durata, con azioni iniziali in grado di far nascer e sviluppare azioni più strutturate e continuative nel territorio, oltre l’orizzonte della singola organizzazione;
– un’operatività di ampio respiro, su fasce non specificamente svantaggiate o deboli: non si vuole rispondere a uno specifico disagio (es. Neet), ma creare una relazione tra il mondo giovanile strutturato e non strutturato e attivare il mondo giovanile in generale con attività di peer education rivolte ai Neet;
– attività che siano, da una parte, capaci di intercettare il disagio e di intervenire in modo preventivo nei confronti del fenomeno dei Neet, dall’altra che offrano un supporto a quei ragazzi che vivono o hanno vissuto una situazione di disagio;
– Il coinvolgimento di vari settori e soggetti (profit, non profit, privati, pubblici) per lo sviluppo di un progetto comunitario in grado di coinvolgere e creare sinergie collaborative nella comunità, per una partecipazione attiva di soggetti diversi del territorio nell’assunzione di responsabilità del mondo adulto e dei giovani stessi, come comunità educante e inclusiva nei confronti dei ragazzi.

L’obiettivo è raccogliere idee progettuali che possano essere condivise e integrate in una successiva co-progettazione territoriale finalizzata al supporto dei giovani, grazie a un processo di confronto e condivisione a livello locale tra il comitato di erogazione, le cooperative partner di “My B Land” e le organizzazioni che, partecipando alla call for ideas, siano risultate vincitrici.

barra_rossa_sottile

SOGGETTI AMMISSIBILI

Possono presentare idee progettuali:
organizzazioni senza finalità di lucro operanti nel territorio di Monza e Brianza
parrocchie ed enti religiosi operanti nel territorio di Monza e Brianza

Non possono candidare idee progettuali i partner del progetto “My B Land”.
Ogni organizzazione può candidare una sola proposta.

barra_rossa_sottile

STANZIAMENTO

Le iniziative nate dalla co-progettazione saranno sostenute con le risorse iniziali del fondo “Giovani energie / connessioni generative” che mira a diventare un portafoglio territoriale di risorse a sostegno dei giovani.

La dotazione iniziale disponibile, pari a € 35.000 (trentacinquemila euro) è messa a disposizione da CS&L (€ 10.000), Fondazione della Comunità di Monza e Brianza (€ 15.000) e OffertaSociale (€ 10.000).

L’iniziativa potrà essere finanziata mediante anche ricorso alla raccolta di donazioni da altri soggetti, con disponibilità proprie delle singole organizzazioni o con risorse generate dall’iniziativa stessa, anche nell’ottica di promuovere la sostenibilità nel tempo del fondo “Giovani energie / connessioni generative”.

È previsto un cofinanziamento minimo del 10% del costo totale del progetto da parte dell’ente o gruppo di enti che partecipano alla call for ideas.

barra_rossa_sottile
DOCUMENTI

Scarica il regolamento

Scarica il formulario

Le idee progettuali dovranno essere inviate entro le ore 12.00 del 10 febbraio 2022 tramite l’area riservata del sito della Fondazione.

barra_rossa_sottile

Pubblicato il 3 dicembre 2021

Progetti correlati

Comincia a scrivere e premi Invio per cercare